Associazione L.I.N.U.M.

Associazione L.I.N.U.M.

Associazione L.I.N.U.M.

 “La Valle mia. Solco inciso profondo fra splendidi monti e nel mio cuore”: questi versi di Germano Groaz sono la sintesi perfetta dell'Ecomuseo Piccolo Mondo Alpino.

L'Ecomuseo della Val di Peio “Piccolo Mondo Alpino” si propone come una messa in rete delle numerose associazioni e dei vari enti che operano in valle. Auspica che la popolazione delle varie frazioni sia protagonista del proprio futuro, consolidando la propria identità ed il senso di appartenenza al territorio.

L'Ecomuseo è stato riconosciuto nel 2002 grazie alla ricchezza di siti,  testimonianze, attività e all'impegno dell'associazione L.I.N.U.M. (Lavorare Insieme per Narrare gli Usi della Montagna). Quest'associazione, con il supporto della Biblioteca Comunale, ha segnato profondamente la via della ricerca etnografica in Val di Peio con la produzione di film tematici, la della filatura del lino, la felice intuizione di valorizzare Casa Grazioli. A fronte delle potenzialità della valle, l’Ecomuseo si presenta ricco di itinerari culturali, storici ed architettonici che toccano i seguenti temi:  

  • L'Anima: testimonianze, racconti, memorie, poesie, sentimenti e ricordi che vengono raccolti e portati a conoscenza della comunità attraverso la pubblicazione di libri e spettacoli teatrali di narrazione.
  • Il Sacro: riscoperta dell’arte e dell’architettura sacra, delle chiese, ma anche di affreschi, altari intagliati, capitelli, croci e piccole icone, segni sparsi nel territorio.
  • L'Acqua: elemento significativo del nostro paesaggio, con nevi eterne, laghetti alpini, ma anche fontane, sorgenti minerali e grandi bacini idroelettrici.
  • I Minerali: la cui estrazione si è protratta per oltre un millennio nelle miniere de la Valeta e, tra alterne vicende, si è definitivamente conclusa nel 1967.·
  • Il Legno: materiale insostituibile nell'architettura rurale, alla base dell’antica economia.
  • Il percorso “L'antico bosco di Larice” ci guida alla scoperta dei Patriarchi dei nostri boschi.
  • Il Pane: i tradizionali paneti di segale vengono nella loro originaria preparazione casalinga con la cottura nei vecchi forni di Casa Grazioli.
  • Il film Il tempo del Grano documenta il censimento dei vecchi mulini, le antiche colture di cereali e la panificazione.
  • Il Formaggio: prodotto eccellente dell'ultimo Caseificio Turnario del Trentino.
  • Il Lino: nobile pianta la cui fibra tessile in passato era ampiamente utilizzata nell’Arco Alpino. Antico Sapere riproposto nelle sue complesse fasi di lavorazione grazie all’impegno dell’associazione LINUM.
  • La Lana: l’allevamento ovino, ancora praticato in valle, è documentato dal film Vestir di lana che ripercorre i luoghi della pastorizia fino alla lavorazione della lana.
  • La Grande Guerra: i luoghi del ricordo ed il Museo a testimonianza degli stenti e delle sofferenze dei giovani inviati al fronte, ma soprattutto delle privazioni a cui fu sottoposta la comunità di Peio negli anni del conflitto.

Tutti questi temi, percorsi reali sul territorio e nella memoria, racchiudono progetti di recupero dell’esistente e dei Saperi, valorizzazione della cultura materiale, diffusione della conoscenza del patrimonio storico ed artistico. L’Ecomuseo è un progetto vitale in continuo divenire, un collante per la comunità che si trova, in questo modo, attivamente coinvolta nella salvaguardia e nella valorizzazione della propria tradizione e protagonista di uno sviluppo sostenibile.

Ricette

Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.