Comitato “Giovenche di razza Rendena”

Comitato “Giovenche di razza Rendena”

Giovenche di razza Rendena. Sfilata e...dintorni è l’originalissima manifestazione di fine estate che

si svolge a Pinzolo, in alta Val Rendena (TN), in occasione del rientro delle mandrie bovine dagli alpeggi.

La manifestazione punta alla valorizzazione dell’identità storica, culturale, ambientale e zootecnica

della popolazione della Val Rendena e della sua omonima razza. L’evento invita a rivivere le radici contadine

della popolazione rendenese che per lunghi secoli, prima del boom del turismo invernale, vide

nella zootecnia uno dei pochissimi fattori di sussistenza possibili su un territorio tanto difficile quanto

ammirabile come quello delle montagne rendenesi. Pinzolo è pronto anche quest’anno a festeggiare

la sua Razza Rendena, l’unica razza bovina autoctona del Trentino. La Razza Rendena porta questo

nome in quanto ha avuto come culla natale proprio i difficili territori della Val Rendena, che hanno

favorito la selezione di una vacca forte, rustica e adatta all’alpeggio. Sicuramente la razza, decimata

più volte per motivi storico culturali come ad esempio la peste dell’epoca manzoniana, venne più volte

rinsanguata con bovine importate dalla vicina Svizzera, ma sempre introducendo in Valle capi dai caratteri

somatici molto simili a quelli della razza locale tipica, probabilmente ritrovati nell’originaria razza

di Svitto, uno dei cantoni tradizionalmente più zootecnici della Confederazione Elvetica del 1800. Le

bovine di Razza Rendena sono di taglia medio piccola (500 – 600 kg di peso vivo) ed hanno mantello

castano scuro. Si qualificano per produrre carne di qualità e latte particolarmente adatto alla trasformazione

in formaggi tipici, tra cui la famosa “spressa DOP delle Giudicarie”. Nella sola Val Rendena si contano

oggi circa 1500 capi bovini dell’omonima Razza, la maggior parte dei quali sono condotti, durante

l’estate, ai numerosi alpeggi diffusi sul territorio. Il successo dell’evento Giovenche di razza Rendena.

Sfilata e...dintorni, giunto quest’anno alla nona edizione di fine estate – per più di 60 anni l’evento si

concentrava nella mostra mercato organizzata per il giorno di San Michele, il 29 settembre, - sta nella

capacità della manifestazione di saper valorizzare e risaltare molteplici aspetti dell’identità del territorio

di Valle. L’annuale elezione della “Reginetta di Pinzolo”, ossia la miglior giovenca scelta da un giudice

esperto tra le oltre 150 candidate che ogni anno partecipano al concorso, perpetua nel tempo l’identità

contadina della popolazione Rendenese che, pur velocemente cambiata negli usi e costumi, con la sfilata

delle giovenche mostra fiera ai suoi ospiti quanto di meglio la nostra tradizione è riuscita a portare

avanti fino ad oggi. E i turisti accorrono ed apprezzano, trovando in questo evento un’opportunità di

conoscere e venire a contatto con la vera identità del Territorio. Nonostante la crisi dell’intero sistema

zootecnico nazionale e europeo, la gente di Rendena vuole difendere e salvaguardare la sua razza

autoctona; ad essa è infatti legata, oltre che la storia della Valle, l’esistenza e la continuità operativa

delle Aziende Agricole nonché il mantenimento degli equilibri naturali del territorio.

Ricette

Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.