Tour delle Malghe

nel cuore del Parco Naturale di Paneveggio

Descrizione

Durata: 1 giorno (giro lungo circa 4 ore senza le soste, giro breve circa 3 ore senza le soste)

Periodo: da metà giugno a metà settembre (in inverno le persone più esperte possono percorrerlo con le ciaspole, ma malga Juribello e Malga Venegiota sono chiuse, aperte solo Rolle e Malga Venegia)

Località coinvolte: Passo Rolle, Val Venegia

Target/ Adatto a: Giovani, Adulti, gruppi, famiglie con bambini dai 6-7 anni abituati a camminare (possibilità di percorrere con il passeggino solo alcuni tratti: malga Rolle - Malga Jurbello e Val Venegia -Malga Venegia - Malga Venegiota)

Tematica: malghe 


Descrizione

Nel cuore della Foresta dei Violini, tra vette mozzafiato e passaggi incantevoli, si snoda questo itinerario circolare che, di malga in malga, vi conduce alla scoperta dei prodotti caseari e dei segreti che stanno alla base della qualità dei nostri prodotti.

Questo percorso si presta anche ad essere spezzato in più tappe ed è possibile partire anche da punti diversi in quanto numerose possono essere le varianti. Di seguito quello che consigliamo noi, alla portata di un maggior numero di persone. Per ogni ulteriori informazione specifica e personalizzata non esistete a sceiverci a stradadeiformaggi@gmail.com 

Le tappe

Si parte proprio dal parcheggio a fianco a Malga Rolle e, dopo circa 150 mt (da percorrere costeggiando la SS delle Dolomiti), si imbocca il sentiero che conduce a Malga Juribello, con un ultimo tratto su strada sterrata (chiusa al traffico). Il sentiero è facile e ben segnalato e si raggiunge la malga Juribello in circa 50 minuti. 

Si può partire anche da Passo Rolle, lasciando l'auto al parcheggio per Baita Segantini e percorrendo la strada forestale che conduce direttamente a Malga Juribello. In questo caso di può fare tappa finale a Malga Rolle al rientro.

A Malga Rolle è disponibile il servizio ristorazione, così come merende e spuntini e di possono anche acquistare i formaggi del Caseificio di Primiero

Ex scuola di casari è ora un luogo di dimostrazione, con possibilità di mangiare e dormire (solo gruppi). Qui potrete (ogni martedì) assistere alla mungitura e alla caseificazione nel piccolo caseificio annesso. Consigliata una merenda di metà mattina con un tagliere di formaggio di Malga e Primiero, ma anche di lucanica e speck. Da bere un buon bicchiere di latte fresco. 

Per chi volesse fermarsi qui, senza raggiungere le altre due malghe, può rientrare con un giro ad anello imboccando la strada forestale che c'è dietro alla Malga in direzione Passo Rolle. Arrivati all'incrocio (dopo la partenza della seggiovia Castellazzo) seguite per Malga Rolle in dierezione ovest. 

 

Lasciata malga Juribello si prosegue su sentiero in direzione Val Venegia, uno degli angoli più incantevoli e fotografati del Trentino. Il tragitto è di circa 40 minuti, con sentiero nel bosco (da imboccare prendendo prima la strada forestale che parte dientro a Malga Juribello e seguendo poi dopo circa 200 mt le indicazioni a sx per Malga Venegia e Venegiota) , e passaggio finale nel torrente Travignolo. Il sentiero (da poco rifatto da Parco Naturale di Paneveggio - Pale di San Martino) è facile e tutto in discesa. Il consiglio è di prendere all'andata, al bivio, la direzione per Malga Venegia (così potrete fare il ritorno dall'altro sentiero che in salita si presenta meno impegnativo). 

Raggiunta la Val Venegia si può fare tappa per pranzo a Malga Venegia, all'imbocco della vallata. Qui vi consigliamo il classico piatto tipico: polenta, salsiccia e tosèla, il classico formaggio locale che la tradizione vuole rosolato nel burro. 

In alternativa si può proseguire lungo la strada forestale per circa 20 minuti e raggiungere Malga Venegiota, con ampia terrazza esterna dove pranzare o tanti animali per i più piccoli da conoscere. Anche qui piatti primierotti tradizionali e dolci fatti in casa. 

Nota: Malga Venegia e Venegiota possono essere raggiunte anche direttamente dall Val Venegia, parcheggiando a Pian dei Casoni o al parcheggio adiacente Malga Venegia (entrambi a pagamento). Disponibile anche un servizio di trasporto con cavalli e carrozza, su prenotazione. 

Lasciata le due malghe, Venegia e Venegiota, ci sono due possiblità:

1) percorrere l'intera vallata in direzione Passo Rolle, interamente su strada sterrata (chiusa al traffico). La prima parte è pianeggiante, mentre il finale è in salita ma con una serie di tornanti che rendono meno difficoltoso il dislivello. Lo scenario è surreale con le Pale di San Martino ad affiancarvi, passo dopo passo. Arrivati in cima (da Malga Venegiota circa 1 ora e 1/4 di cammino) vi troverete a Baita Segnatini, uno dei luoghi più belli delle Dolomiti con il Cimon della Pala che si specchia nel laghetto davanti alla Baita. Da Baita Segantini dovrete poi scendere verso Passo Rolle (vedi punto 6). 

2) attraversare il torrente Travignolo, proprio sotto Malga Venegiota e imboccare il nuovo sentiero che vi riporterà verso Passo Rolle. Nello specifico spunterete al bivio imboccato all'andata poco sopra malga juribello e poi potrete proseguire sulla strada forestale in direzione Passo Rolle. Si tratta di un sentiero nel bosco con poco dislivello, brevissimi tratti di salita e falsi piani. Per raggiingere Passo Rolle impiegherete circa 1 ora. Per raggiungere l'auto dovrette seguire le indicazioni per Malga Rolle o per Passo Rolle a seconda di dove avrete deciso di parcheggiare.

Da Baita Segantini è tutta discesa! Passando per Capanna Cervino, lungo la pista Castellazzo, si arriva al Passo Rolle e da qui si ritorna ( seguendo la pista della sciovia Venezia) al punto di partenza, Malga Rolle. A questo punto è giunta l'ora della merenda con una bella fetta di torta di ricotta, strudel o linzer, ma anche uno yogurt con frutti di bosco o miele. Qui potete anche fare un po' di shopping goloso poichè la malga dispone di un piccolo ma ricco punto vendita, dove è possibile acquistare i formaggi del Caseificio Sociale di Primiero,miele e confetture locali e , se sarete fortunati, troverete ance il pregiato Botìro di Primiero di Malga, il burro d'alpeggio a panna cruda Presidio slow food. 

Ricette

Eventi

Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.