1. Facebook
  2. Twitter
  3. Instagram
  4. Pinterest

#TRENTINOSKISUNRISE | WINTER TREKKING CON LE DONNE DI MONTAGNA

Passo San Pellegrino | Sabato 4 marzo 2023

WINTER TREKKING CON LE DONNE DI MONTAGNA

Snow and breakfast at first light

Passo San Pellegrino | sabato 4 marzo 2023
Ritrovo ore 5.35

Osserva, assapora e lascia la tua scia. Quando? All’alba. Con Trentino Ski Sunrise in Val di Fassa puoi vivere una memorabile giornata sulla neve che comincia quando le piste brillano alla luce della luna e delle stelle

I primi raggi di sole che illuminano le vette dolomitiche, i sapori autentici di una colazione 100% Val di Fassa, il rumore degli attacchi che si agganciano, l’emozione delle lamine che disegnano la pista appena battuta. Sabato 4 marzo potrai vivere una memorabile giornata sulla neve e lasciare la tua firma sulla "Paradiso"!

Ore 5.35 - Appuntamento alla partenza della seggiovia Costabella, al Passo San Pellegrino, a pochi chilometri da Moena. Puntate la sveglia e non ritardate: la seggiovia si mette in moto apposta per noi!

  • Quando è tutto pronto, si parte! Comodamente seduti, nell’abbraccio dell’aria frizzantina e della quiete della notte che sta per lasciare spazio a un nuovo giorno, il candore delle distese innevate del valico del San Pellegrino è un faro illuminante sui maestosi profili dolomitici.
  • Una volta giunti alla stazione a monte dell’impianto, si prende posto in prima fila, sulla terrazza panoramica, per assistere allo spettacolo dell’alba. I raggi del sole non tardano ad arrivare e baciano, a una a una, le vette dolomitiche attorno al rifugio, tingendole di “enrosadira” (le sfumature dall’arancione al viola con cui i ladini identificano il fenomeno che all’alba e al tramonto vede la dolomia, colpita dal sole, accendersi di magnifici colori). Istanti d’emozionante bellezza si schiudono tra le sculture verticali di Costabella, Col Margherita e Focobon. Tutti insieme, con un primo assaggio di discesa - o, se non si scia, con una passeggiata (circa 10 minuti) a bordo pista divertendosi a lasciare le impronte sul tappeto bianco - si scivola velocemente a Baita Paradiso.
  • Dopo tanta poesia e prima di darsi allo sport serve la carica energetica giusta! E cosa c’è di meglio di una ricca colazione? Baita Paradiso ci accoglie con i prodotti della Strada dei Formaggi della Dolomiti: dai formaggi della Mèlga de Fascia, ai salumi del Maso dello Speck e tanto altro come miele, confetture, dolci, torte e yogurt fatti in casa, ma anche latte, uova, mele trentine, succhi e tisane.
  • E ora: Si parte! Insieme a Marzia e alla Guida inizieremo il nostro percorso in direzione Fuchiade attraverso il sentiero 607. Necessario per tutti avere le ciaspole e in caso di neve non fresca i ramponcini. Lungo il percorso ammireremo le vette del Sasso Vernale, Sasso di Valfredda e Cima Ombrettola. Il percorso non presenta difficoltà, continuando per un falsopiano fino alla conca di Fuchiade che si raggiunge dopo l’unico tratto un po' in salita (1.972m) ma dove l’effetto WOW è assicurato! La catena di Cima Uomo inizia a fare bella mostra di sé, così come una miriade di fienili, baite e masi a puntellare il bianco candido della neve. Arrivati a Fuchiade, faremo un bel sospiro per riempire anima e cuore di questo splendido panorama, ma non è finita, la nostra avventura prosegue per la Valfredda! Dove uno scenario favoloso, ai piedi delle cime d’Auta (gruppo della Marmolada) e con un panorama invidiabile sulle Pale di San Martino, con le cime del Focobon in primo piano allieteranno il vostro sguardo e il vostro animo.
  • Dopo un po' di passeggiata in leggera discesa circondati da questo paradiso, arriveremo al Rifugio Flora Alpina, dove Harald ci accoglierà con un antipasto da condividere con salumi, formaggi e focaccia. Un primo a scelta tra gnocchi di patate alla ricotta affumicata o fusilli freschi fatti in casa con ragù di lepre e lo strudel di mele accompagnato dal gelato alla vaniglia. (acqua inclusa).
  • Dopo pranzo si riparte in direzione Passo San Pellegrino lungo il sentiero che ci porterà al parcheggio per poter tornare a casa a raccontare la splendida esperienza vissuta e godersi un meritato riposo.

Rientro al parcheggio previsto per le ore 14.00.

Informazioni utili

Il classico abbigliamento a cipolla in versione calda è sempre il più indicato, l’importante è essere pronti a tutte le variazioni del meteo. Quindi canottiera termica, pile e giacchetta più pesante da tenere nello zaino ed indossare all’ occorrenza, ad esempio quando ci si ferma. Come strato intimo è meglio evitare magliette in cotone, che tendono a impregnarsi di sudore e trattenerlo. L’evento si terrà in una località spesso molto fredda, i pantaloni classici da trekking sono perfetti, meglio se pò felpati e in grado di trattenere l’acqua, è molto importante che non si bagnino subito al primo contatto con la neve. Guanti, scalda collo e cuffia sono d’obbligo, così come gli occhiali e la crema protettiva, il riverbero sulla neve, soprattutto nelle belle giornate di sole è tanto fastidioso quanto pericoloso senza le dovute protezioni. Anche se le temperature sono molto basse, ciaspolare implica un notevole sforzo, soprattutto in presenza di pendii e già dopo pochi minuti accuserete sicuramente caldo. La tuta da sci quindi non è l’ideale. Serve un abbigliamento in grado di mantenere un corretto equilibrio termico durante tutta l’escursione. Da evitare assolutamente anche jeans o pantaloni di velluto.

Anche se con il freddo non si fa troppo caso alla sete, è importante mantenersi idratati, portate con voi dell’acqua e se possibile ancora meglio una thermos con the caldo con un po' di zucchero, in modo da tenere sempre le energie al top. Nel caso la neve non fosse fresca, il percorso è percorribile anche con gli scarponi, ma sono necessari i ramponcini di sicurezza.

Prezzi

Adulti € 80 comprensivi di:

salita da fondovalle e dell’utilizzo dell’impianto aperto appositamente per l’evento (i pedoni effettuano andata e ritorno con gli impianti), supporto dei maestri di sci della locale scuola di sci per la discesa sulla pista appena battuta e ghiotta colazione in rifugio. Trekking invernale accompagnato da guida esperta e da Marzia di Donne di Montagna, pranzo presso il rifugio Flora Alpina.

L’iniziativa avrà luogo con un numero minimo di 15 partecipanti.

L’evento è aperto anche ai non sciatori.

In caso di forte vento, o condizioni meteorologiche avverse tali da impedire l’apertura degli impianti o tali da compromettere la sicurezza dei partecipanti, l’iniziativa verrà annullata con rimborso dell’intero costo. L’impossibilità di realizzare l’evento verrà comunicata entro le ore16.30 del giorno precedente all’evento.

Info & Iscrizioni

Apt Val di Fassa

Tel. 0462 609500 - info@fassa.com

Iscrizioni entro le ore 16.00 di venerdì 3 marzo cliccando qui

Scopri le Esperienze
Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.