Carne salmistrada o fumada della Valle di Cembra

Carne lavorata, da consumarsi cruda o cotta, ottenuta dai quarti posteriori di animali diversi quali suino, cavallo, asino, castrato, capra, cervo o capriolo, dal profumo caratteristico e aromatico, tenera al taglio, di un bel colore rosso vivo. 
Se sottoposta ad affumicatura prende il nome di "Carne fumada" che si presenta esternamente di colore più scuro e con il caratteristico profumo e sapore dei prodotti affumicati. 
Le porzioni di carne utilizzate, del peso di circa 1-2 kg per il manzo e il cavallo e di molto inferiore per le altre specie, vengono riposte in appositi contenitori e cosparse di una salamoia secca composta da sale, pepe nero, bacche di ginepro, alloro, cannella e fiori di garofano, il tutto inumidito da vino bianco. Lasciata riposare per almeno 20 giorni, viene quindi posta in appositi locali per una breve stagionatura. L'eventuale affumicatura avviene in appositi locali utilizzando legno di vite o di faggio cosparsi di aghi di ginepro.

Fonte: Atlante dei prodotti tipici e tradizionali trentini, Provincia Autonoma di Trento Dipartimento Agricoltura e Alimentazione Servizio Promozione delle Attività Agricole, 2007

Ricette

Eventi

Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.