Farina Dorotea

Il sapore di un territorio

Per chi volesse cimentarsi IN UNA preparazione CHE VEDE IL RIUTILIZZO della classica polenta, proponiamo una video-ricetta tratta dal documentario "En pizech de Sal" edito dalla Fondazione museo Storico del Trentino:

Il mais Dorotea è frutto di un progetto dell'Ecomuseo del Vanoi partito nel 2005 con lo scopo di reintrodurre la coltivazione del mais nella valle del Vanoi e nel Primiero. Per secoli infatti il mais era stato uno dei prodotti principi di queste vallate, andando poi a sparire dopo l'alluvione del '66. La varietà è autoctona e le sementi sono state recuperate nel piccolo borgo di Zortea: dal nome del paese e dal colore dorato di questo granoturco è nata la denominazione Dorotea.

Ad oggi circa 50 coltivatori amatoriali e due aziende agricole locali (Agritur Dalaip dei Pape e Agricola Solan) coltivano il mais Dorotea per produrne un'ottima farina, utilizzata sia per preparare la tradizionale polenta che per un uso dolciario.

Per chi volesse cimentarsi in una preparazione che vede il riutilizzo della classica polenta, proponiamo una video-ricetta tratta dal documentario "En pizech de sal" edito dalla Fondazione Museo Storico del Trentino:

Ricette

Eventi

Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.