Cammini del gusto | Dal Teroldego alla Nosiola

Piana Rotaliana
Durata: 3 giorni
Lunghezza totale: 55 km (escluse le soste del gusto)
Periodo: primavera ed autunno


Ecco un percorso che in pochi giorni ti permetterà di scoprire (e ammirare da più punti di vista) il cuore del Trentino, ovvero la Piana Rotaliana! In questo ultimo periodo infatti è stato predisposto e arricchito con una segnaletica ad hoc, un percorso di circa 50 km che attraverso ciclabili, sentieri storici o mulattiere, 

ti permetterà di raggiungere tutti i comuni della Piana Rotaliana, da Lavis a Roverè della Luna, da Mezzolombardo a San Michele all’Adige, da Giovo a Mezzocorona. 

Lungo l’Adige, immerso tra i vigneti, accanto ad un maso o dall’alto di una collina panoramica, ad ogni scorcio troverai angoli inaspettati da ammirare!

I prodotti da non perdere lungo il percorso:
uno su tutti il Teroldego Rotaliano doc ma anche il Trentodoc, la Grappa trentina, l’Asparago bianco di Zambana e la Lucanica Trentina.

Tappa 1: Mezzocorona – Cadino di San Michele all’Adige
17 km

La prima tappa del tour inizia a Mezzocorona, cittadina ai piedi del suggestivo Castello di San Gottardo – ora quasi rudere – costruito interamente nella roccia: lo riesci a vedere?
La leggenda narra che qui visse il Basilisco, temibile drago, dal cui sangue nacque il prezioso Teroldego. Continua il tuo percorso verso nord, camminando in mezzo ai vigneti, verso l’ultimo comune trentino, ovvero Roverè della Luna. Il percorso – dopo pochi km in terra altoatesina, seguendo l’Adige  - ti riporterà a Cadino di San Michele all’Adige. 

Sosta del gusto 1:
Tra le cantine di Mezzocorona che incontrerai lungo questo percorso, metti in agenda queste aziende ovvero Azienda Agricola A. Martinelli, Azienda Agricola Donati Marco, Azienda Agricola De Vescovi Ulzbach, Dorigati,  Azienda Agricola Betta Luigino, Azienda Agricola Endrizzi Elio.
Mentre a Roverè della Luna, segnati la visita alla Cantina Roverè della Luna Aichholz e a Gaierhof Azienda Vinicola.

Dove dormire 1:
Per un buon sonno rigenerante, ti suggeriamo di trascorrere la notte, a La Ferrata affittacamere

Tappa 2: Cadino di San Michele all’Adige – Pressano di Lavis
16,5 km 

Eccoci…con la tappa “più ardua” del tour: da Cadino – dopo un facile percorso lungo la ciclopedonale che costeggia l’Adige, giunto a San Michele all’Adige, dovrai raggiungere il suggestivo Castello di Monreale e quindi Faedo!
Lungo il percorso dai un’occhiata alle pendenze che raggiungo certi vigneti...che dici, possiamo parlare di viticoltura eroica?? Una volta raggiunto l’abitato, poi il percorso torna ad essere in discesa immerso tra boschi e soprattutto aperto sul suggestivo panorama sulla Valle dell’Adige. La strada si ricollega quindi facilmente alla strada che porta a Pressano – dove termina questa seconda giornata di cammino.

Sosta del gusto 1:
anche in questo percorso troverai diverse aziende e cantine da appuntarsi per una visita con degustazione: le aziende sono Cantina Endrizzi, Azienda Agricola Roberto Zeni, Cantina Fondazione E. Mach, Azienda Agricola Pojer e Sandri, Azienda Agricola Arcangelo Sandri, Nero Brigante - Birrificio Artigianale, Azienda Agricola Maso Grener e Maso Poli.

Sosta del gusto 2:
Per una sosta durante il percorso segnati il Ristorante La Cacciatora mentre per il momento della cena, ti suggeriamo l’Agriturismo Maso Tratta o il ristorante Vecchia Sorni 

Sosta della cultura 1:
per scoprire le tradizioni agricole, culturali del Trentino...non perderti una visita al Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina a San Michele all'Adige

Dove dormire 1:
Una notte in assoluto relax?
Ecco qui le strutture da tener presente Agriturismo Maso Grener e Agriturismo Maso Tratta.

Tappa 3: Pressano di Lavis – Mezzolombardo
17 km + 3 km 

Ecco il terzo giorno di camminata: da Pressano raggiungi agilmente Lavis – immerso in un paesaggio completamente vitato. Attraversando il centro, passerai sotto il Giardino dei Ciucioi: sapete cosa vuol dire  Ciucioi? Visitatelo…e scoprirete la risposta! Da li prendi il percorso lungo l’Avisio per ricollegarti quindi con l’Adige. Da qui risali verso nord: tra un vigneto e l’altro potrai notare anche le asparagiaie…ci avevi mai fatto caso? Una volta raggiunto San Michele, la via è rapida per Mezzolombardo – abitato interamente circondato da vigneti.
L’indomani, tramite la comoda pista ciclopedonale, raggiungerai agilmente Mezzocorona.

Sosta del gusto 1:
Vuoi caricarti prima di partire? prima di avviarti lungo il percorso - ti consigliamo una sosta alla Pasticceria Bronzetti Marco oppure alla Gelateria Serafini o se vuoi arricchire il tuo zaino con golosità da gustare lungo il percorso, segnati queste realtà ovvero Arturo Paoli Specialità Alimentari, Carni e Salumi Trojer o Latte Trento


Sosta del gusto 2:
Questi gli indirizzi a Lavis per una degustazione enologica ovvero Villa Persani Azienda Agricola Clementi SilvanoCantina La Vis, Cantina Monfort

Sosta del gusto 3:
Verso San Michele all’Adige, ricordati l’Azienda Agricola Roberto Zeni, Mezzacorona, Distilleria Bertagnolli, Cantina Rotaliana di Mezzolombardo, Azienda Agricola Luigi Zanini, redondel piccola azienda agricola e De Vigili.

Sosta della cultura: 
Vuoi avere più informazioni su temi quali storia e natura di questo territorio?
Contatta l’Ecomuseo Argentario

Sosta del gusto 4:
E per la cena? Goditi in assoluto relax le golose proposte del Ristorante Perbacco

Dove dormire 1: 
L’ultima notte puoi trascorrerla all’Agriturismo Corte delle Rondini a Mezzolombardo

Consigli di viaggio

- Prima di partire, ti consigliamo di prenotare sia le tue soste enogastronomiche che il posto letto.

- Se hai bisogno di una proposta vacanza completa non esitare a contattarci: Strada del Vino e dei Sapori del Trentino - tel. 0461-921863 - info@stradavinotrentino.com 

Vorresti percorrere il Tour del Vino 50 in compagnia di un accompagnatore di mezza montagna che ti racconti le caratteristiche del territorio durante il trekking? Contatta Albatros e verifica la loro disponibilità.

Il rientro

Il punto di partenza e di ritorno in questo Cammino del gusto coincidono: è possibile raggiungere la 1° tappa del percorso ovvero Mezzocorona, utilizzando i mezzi pubblici ovvero la i treni FS (trenitalia.com)., i treni della linea Trento – Malè oppure i collegamenti extraurbani provinciali  (trentinotrasporti.it)

Dove dormire

Queste tappe del Giro del Vino 50 tra Mezzocorona e Mezzolombardo hanno strutture ricettive associate alla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.
Per soluzioni ricettive alternative puoi visitare il sito della locale Azienda di promozione turistica.

A prescindere ti consigliamo di contattarle in anticipo per verificarne la disponibilità, soprattutto nei periodi estivi.

Indicazioni sulla sicurezza

Prima di partire non dimenticarti di verificare le condizioni del percorso contattando gli uffici turistici dell'Apt Altopiano Paganella Brenta
Se parti nei mesi invernali, ricordati di verificare anche se il percorso è innevato o meno.

Attrezzatura

Il trekking è impegnativo, portati solo il necessario, ma non dimenticare scarponcini e racchette.  Lo zaino ideale dovrebbe pesare attorno ai 6 kg.

Esperienze

Scopri le Esperienze
Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.