Dalla Val di Fassa alle Pale di San Martino

Formaggi e sapori “doloMitici”

Descrizione

Durata: 1 giorno
Periodo: tutto l'anno (la disponibilità di alcune produzioni varia a seconda della stagione)
Località coinvolte: San Giovanni di Fassa, Soraga, Moena, Passo Rolle e San Martino di Castrozza
Target/ Adatto a: coppie, gruppi, famiglie con bambini
Tematica: visita ai luoghi di produzione (formaggi, speck) 
Descrizione:
Sono i formaggi i protagonisti della proposta gastronomica che nasce ai piedi delle Dolomiti, Patrimonio dell’Unesco, dal Catinaccio alle Pale di San Martino, passando per il Latemar. 

Le tappe

Si parte dalla Val di Fassa, dove la Mèlga de Fascia produce il formaggio simbolo della tradizione ladina, basata sulla passione, da cui il nome: Cher de Fascia, Cuor di Fassa. Una specialità casearia prodotta con latte crudo locale, con profumi inconfondibili frutto di una stagionatura a crosta lavata.

Il sapore incontra la cultura nella sezione del Museo Ladino di Fassa dedicata alla caseificazione, L Malgher, che si trova proprio all’interno dello stesso caseificio. Per chi vuole approfondire la cultura ladina, la sede del Museo e dell’Istituto si trova a San Giovanni di Fassa dove potrete visitare le sale espositivi e partecipare ad interessanti attività.

Questo è anche il paese delle erbe e dei fiori di montagna, coltivate dall’Agritur Ecogreen Fiores, e di ottimi salumi senza glutine e senza lattosio dell’Az. Agricola Vaca Negra Masc Aloch.  

Da qui, passando per Soraga dove merita una tappa l’Agritur Ciasa Dò Parè con il suo miele millefiori di alta montagna abbinato ai loro formaggi bio a latte crudo, si prosegue verso Moena, paese natale del famoso Puzzone di Moena DOP.

Per scoprirne i segreti gli indirizzi suggeriti sono due: la tipica atmosfera dell’Agritur ElMas poco sopra l’abitato di Moena o, proseguendo fino a Predazzo, presso lo storico Caseificio di Predazzo e Moena

Si sale quindi verso Passo Rolle ritrovandosi nel cuore del Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino. Le due tappe consigliate sono a Paneveggio per visitare il recinto dei Cervi e percorrere il Sentiero Marciò, con tanto di ponte tibetano sospeso sulla forra del Travignolo.

Consigliatissima da qui una deviazione in Val Venegia con effetto wow garantito da un punto di vista panoramico, quando la cornice delle Pale di San Martino si aprirà davanti ai vostri occhi. 

Altro fuori programma per chi ha a disposizione più giorni è il Tour delle Malghe, un’escursione da percorrere a piedi durante il periodo estivo che collega tra loro ben 4 malghe in cui potrete fare tappe per un pranzo o una semplice ma gustosa merenda. 

Da Passo Rolle si scende, infine, a San Martino di Castrozza dove in inverno vi attende il “Carosello delle Malghe”, un itinerario sciistico gustoso oltre che di grande impatto panoramico. 

In paese la Macelleria Taufer vi aspetta con il suo speck 100% trentino, davvero imperdibile. 

Ricette

Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.