Cammini del gusto | Via Claudia Augusta Padana

Valle dell'Adige, Vallagarina passando da Trento a Rovereto 
Durata: 3 giorni
Lunghezza totale: 49 km (escluse le soste del gusto)
Periodo: primavera ed autunno

Ti va di seguire un percorso con più di 2000 anni di storia sulle spalle? magari abbinandolo a delle golose tappe per scoprire i prodotti trentini?
Abbiamo la soluzione giusta per te: la Via Claudia Agusta Padana!
Il percorso che ti consigliamo segue la Valle dell'Adige: passo dopo passo, potrai ammirare il panorama che contraddistingue la parte meridionale della vallata, denominata Vallagarina caratterizzata da vigneti ma anche meleti, campi coltivati o boschi sui versanti più alti della vallata.

Conosci questa antica via di comunicazione, creata dai Romani? Ecco qualche dato “utile” per attraversala in maniera consapevole. Questa antica via di collegamento fu iniziata attorno al 15 a.C. dal generale Druso – figlio di Augusto – e terminata nel 47 d.C. per permettere alle truppe romane di raggiungere agilmente il Danubio e quindi il resto d’Europa. La Via Claudia Augusta ha in realtà due origini: la prima – detta Claudia Augusta Altinate – nasceva ad Altino nei pressi di Venezia, seguendo un percorso attraverso la moderna Valsugana, mentre la seconda – la Claudia Augusta Padana – iniziava da Ostiglia, nei pressi di Mantova, e attraversava quindi la Valle dell’Adige. I due rami poi si univano nei pressi di Trento per proseguire verso Bolzano, attraversando la Val Venosta fino a Augsburg in Germania. 

Nel nostro Cammino del gusto prenderemo il ramo Padano, da Trento fino ai confini della provincia con il veronese, seguendo idealmente il percorso dell’Adige lungo la moderna pista ciclo pedonale: anticipiamo un fatto tecnico ovvero l’antica strada romana sicuramente avrà alternato percorsi tra il fondovalle e la collina, per permettere a soldati e viandanti di seguire un percorso in assoluta sicurezza, evitando ad esempio le zone acquitrinose causate dalle esondazioni dell’Adige 

I prodotti da non perdere lungo il percorso:
in questo Cammino del gusto sono il Marzemino, il Moscato Giallo superiore di Beseno, il Trentodoc, la Grappa trentina e i formaggi del Monte Baldo

Tappa 1: Trento – Calliano
16,50 km 

La prima tappa della Via Claudia Augusta Padana parte dal centro di Trento per affiancare la parte più nuova e moderna della città: come potrai vedere il percorso corre lungo l’Adige, vicino al quartiere Le Albere progettato da Renzo Piano. E prima di partire, mi raccomando fai una bella colazione!
Mano a mano che si lascia la città, il colore verde diventa preponderante, grazie ai boschi sui fianchi della montagna ma soprattutto grazie all’abbondanza di vigenti e meleti che seguono il fiume. E su tutti, quale possente “sentinella” ,il magnifico Castel Beseno!

Sono due i prodotti simbolo di questo territorio e sono il Trentodoc, il metodo classico trentino per eccellenza e il Moscato Giallo Superiore di Beseno…metti in agenda un assaggio di queste due preziose perle enologiche!

Soste del gusto 1:
Prima di partire di consigliamo alcune utili tappe per ricaricarti per bene con una super colazione al Panificio Moderno Piazza Lodron 21 (dove potrai fare anche qualche utile e goloso acquisto da consumare lungo il viaggio), nei punti vendita del Panificio Sosi,  al Bar Pasi, al bar della Locanda Le Due TraviDolcemente Marzari o ancora Nunu’s X Cafè Incontro

Soste del gusto 2:
Tra le cantine che incontrerai, segnati lungo questo percorso queste realtà ovvero Cavit, Cantina Bailoni, Cantine Ferrari, Distilleria Segnana,  Azienda Agricola Mittesteiner Mara o - con opportune modifiche al percorso - Cantina di Aldeno e Revì Trentodoc

Soste del gusto 3:
Per il momento del pranzo prenditi una meritata pausa presso l’Agriturismo Maso Mirì

Dove dormire 1: 
A Trento vuoi partire con le batterie cariche al massimo? Puoi trascorrere la notte precedente al Cammino in strutture in pieno centro, come BB Locanda le Due Travi o l'Hotel America

Dove dormire 2:
E a Calliano? eccoti la soluzione giusta per la notte ovvero l’Agriturismo Salizzoni 

 

 

TAPPA 2:  CALLIANO - ROVERETO 
11 km 

Una volta partiti da Calliano riprendi la moderna Via Claudia Augusta diretti verso sud, verso la Vallagarina – la porta meridionale del Trentino: potrai ammirare oltre ai regolari filari di vigne, rigogliosi boschi di latifoglie e ameni borghi…sorprendenti castelli, disseminati sui due lati della vallata. La tappa si chiude a Rovereto – città che mescola la sua allure asburgica alle vivaci reminiscenze veneziane. 

Dal punto di vista enologico…ricordati che questo è il territorio del Marzemino ma anche della Grappa trentina…entrambe da assaggiare!

Soste del gusto 1:
Diverse sono le cantine che troverai lungo il percorso ovvero  Azienda Agricola Grigoletti, Pedrotti Spumanti, Letrari Soc. Agr., Cantina d’Isera, Vivallis, Azienda Agricola Balter (suggerita se con una soluzione ricettiva in centro a Rovereto) e Distilleria Marzadro

Soste del gusto 2:
Per la cena ti suggeriamo due possibili soluzioni – facilmente raggiungibili a piedi da Sacco di Rovereto, ovvero la Locanda delle Tre Chiavi ad Isera oppure il Ristorante Il Doge in centro 

Dove dormire 1:
Se decidi di restare in destra Adige, soggiorna al B&B Le Tre Chiavi ad Isera oppure su Rovereto, in pieno centro storico, presso il B&B Ai Colli 

 

 

 

 

Tappa 3 Rovereto – Masi di Avio 
22 km 

Ecco l’ultima tappa del tuo cammino che prosegue in leggera pendenza verso sud, sempre coccolato dall’Adige che scorre tranquillo e da un panorama caratterizzato da un meraviglioso mix di vigneti e boschi. Superata infatti la congiunzione della pista ciclopedonale verso il lago di Garda, il percorso pare essere quasi abbracciato dal Monte Baldo (sulla destra orografica) e dalle Piccole Dolomiti sulla sinistra. Chissà che buon latte (e che buon formaggio) daranno i prati di queste cime!
Nel fondovalle la produzione enologica è di tutto rispetto: tutta la Vallagarina ospita il 40% di vigneti del Trentino…non dimenticarti di assaggiare  qualche buon calice di vino! Il nostro percorso termina a Masi di Avio anche se naturalmente può continuare fino a Verona.

Soste del gusto 1: 
Prima di lasciare Rovereto ti consigliamo alcune utili tappe per arricchire il tuo zaino con qualche golosissimo acquisto per il viaggio: Panificio Moderno nella sua sede ad Isera, oppure nei punti vendita dislocati in alcune zone di Rovereto.

Soste del gusto 2:
Per quanto riguarda il mondo del vino, lungo il Cammino – con qualche piccola deviazione sul percorso - troverai la Cantina Mori Colli Zugna, Albino Armani viticoltori dal 1607, Azienda Agricola La Cadalora e Azienda Agricola Biologica Vallarom – presso il cui Agriturismo potrai fermarti per la cena.
Da non dimenticare i formaggi del Caseificio Sociale di Sabbionara.

Dove dormire 1:
Per riposarsi dalla lunga camminata, ti suggeriamo l’Agriturismo Vallarom a Masi d’Avio

Consigli di viaggio

- Il cammino in gran parte coincide con la pista ciclo-pedonale Valle dell’Adige

- Prima di partire, ti consigliamo di prenotare sia le tue soste enogastronomiche che il posto letto.

- Se hai bisogno di una proposta vacanza completa non esitare a contattarci:
  Strada del Vino e dei Sapori del Trentino - tel. 0461-921863 - info@stradavinotrentino.com 

Vorresti percorrere la Via Claudia Augusta Padana in compagnia di un accompagnatore di mezza montagna che ti racconti le caratteristiche del territorio durante il trekking? Contatta Albatros e verifica la loro disponibilità.

Il rientro

Puoi organizzare il viaggio di rientro in diversi modi:

1. ripercorre a piedi il viaggio fatta all'andata

2. se sei in gruppo puoi organizzarti con due auto, lasciandone una al punto di partenza e una al punto di arrivo

3. rientrare con i mezzi pubblici e quindi in bus fino a Trento (trentinotrasporti.it) oppure in treno da Avio (trenitalia.com).

Note per le strutture ricettive

Queste tappe della Via Claudia Augusta Padana tra Trento e Avio hanno strutture ricettive associate alla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.
Per soluzioni ricettive alternative puoi visitare il sito della locale Azienda di promozione turistica.

A prescindere ti consigliamo di contattarle in anticipo per verificarne la disponibilità, soprattutto nei periodi estivi.

Indicazioni sulla sicurezza

Prima di partire non dimenticarti di verificare le condizioni del percorso contattando gli uffici turistici dell'APT Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi e dell'APT Rovereto e Vallagarina.

Se parti nei mesi invernali, ricordati di verificare anche se il percorso è innevato o meno.

Attrezzatura

Il trekking è impegnativo, portati solo il necessario, ma non dimenticare scarponcini e racchette. 
Lo zaino ideale dovrebbe pesare attorno ai 6 kg.

 

 

Esperienze

Eventi

Scopri le Esperienze
Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.