IL GUSTO DELLA NEVE

Passeggiate, ciaspolate e facili tour con gli sci da alpinismo ai piedi delle Dolomiti per veri foodlovers

IL GUSTO DELLA NEVE

Passeggiate, ciaspolate e facili tour con gli sci da alpinismo ai piedi delle Dolomiti per veri foodlovers

N.B. Dal 16/2/21 il Trentino , secondo le normative e classificazioni antiCovid, si trova in fascia arancione. Sono quindi chiusi al pubblico tutti i bar, rifugi, ristoranti in cui è concesso solo servizio di asporto e delivery. Sono inoltre vietati gli spostamenti al di fuori del proprio comune. I contenuti che seguono, per quel che riguarda le tappe gastronomiche non sono quindi percorribili finchè il Trentino non tornerà in zona gialla. 

Così bianco che più bianco non si può! Sembrano paesaggi da cartolina quelli di questi giorni, così belli da sembrare finti ed invece è tutto vero. Le abbondati nevicate hanno coperto il paesaggio con una coperta bianca, di quella neve soffice che a guardarla sembra quasi infondere calore invece, dando rotondità ad una natura che nascondendosi diventa nuova ai nostri occhi. 

Ma la vera novità è il silenzio che avvolge questi scenari, così musicale che invita all’ascolto e al desiderio di non spezzarlo con rumori che non si addicono. Un silenzio dato dalle circostanze, dal fatto che pochi ne possono godere…il risvolto positivo di un momento difficile. 

Chi, nel rispetto delle regole può concedersi questo lusso, non può quindi perdere l’occasione, forse irripetibile, di lasciare le proprie impronte nella neve, di aprirsi la strada con le ciaspole o gli sci da alpinismo in questo magico e surreale candore. Persino i local, di norma impegnati h24 al lavoro in questo periodo, stanno (ri)scoprendo i propri luoghi del cuore o il fascino di mete mai battute sinora. Perché la montagna più vera va assaporata e vissuta così come ci si presenta, senza tanti sfronzoli e artifici, ma semplicemente abbinata ad uno luogo che possa accoglierci con il naso e le guance rosse, dove riscaldare le nostre mani, ma anche il nostro palato e soprattutto il nostro cuore. 

Ecco, quindi, i nostri suggerimenti, rivolti a chi può in questo momento goderne, per una giornata sulla neve che combina un sano movimento al piacere di un buon piatto tipico, fatto con amore e passione per le cose buone, o ad una gustosa merenda, magari godendo di quello spettacolo, che non richiede biglietto o protocolli speciali, che ogni giorno ci regalano le nostre montagne: l’Enrosadira. 

E se non siete tra i fortunati, non preoccupatevi: la montagna saprà aspettare, saprà aspettarvi…intanto segnate ciò che più vi stuzzica nella vostra “to do list”, il tempo giusto per goderne arriverà anche per voi! 

Baita Checco 

Loc. Ciampedie – Vigo di Fassa

Tel. 338 1239694

Aperto solo sabato e domenica dalle 9.00 alle 17.00

Escursione con pranzo d’autore nel candido giardino di Re Laurino. Avete due opzioni per raggiungere Baita Checco: 

da Vigo di Fassa: seguite il primo tratto della pista da sci, sotto la funivia, attualmente chiusa e poi imboccate la strada forestale che vi condurrà fino alla Baita seguendo le indicazioni che troverete lungo il percorso. Durata: 2h circa. Adatto ciaspole e sci da alpinismo

da Gardeccia: lasciata l’auto in località Soial, proseguite seguendo la strada forestale (chiusa al traffico) fino ad imboccare il sentiero nr 540 in direzione Rifugio Ciampedie e da qui alla Baita oppure il Sentiero delle leggende che vi condurrà attraverso il bosco fino a Pian Pecei per poi proseguire verso Baita Checco. Durata: 2h circa. Adatto maggiormente alle ciaspole e ai bambini per il dislivello più dolce e il passaggio nel bosco. 

Al ritorno tappa consigliata alla Mèlga de Fascia (aperta al sabato) per fare scorta di formaggi e prodotti trentini. 

Se volete fermarvi più giorni nelle vicinanze potete alloggiare nella calda accoglienza di Agritur EcoGreen Fiores o Agritur Ciasa Do Parè o godere del benessere dell'Olympic SPA Hotel


Albergo Miralago – Ristorante La Stua de Zach

Passo San Pellegrino

Tel. 0462 573791

Aperto tutti i giorni fino alle 18.00

Escursione nella splendida conca del Fuciade con pranzo o merenda in una tipica Osteria Trentina con piatti che nascono dalla passione di mamma Carmen e la professionalità del figlio Pietro. Ottimi gli gnocchi di patate ma anche il classico uova, patate e speck. 

Passeggiata facile con poco dislivello da percorrere sia con le ciaspole (se non è appena nevicato anche con delle scarpe da montagna adatte) che con le pelli di foca. 

Parcheggiate al Ristorante Miralago e poi imboccate la strada forestale che in circa 1h vi conduce fino alla fine della conca del Fuciade, tra baite in legno e un panorama a 360° sulle Dolomiti. Rientro dallo stesso percorso. Disponibile, su prenotazione in anticipo (Michele, cel. 346 2156047), anche il servizio di troika con i cavalli. 

Noi lo consigliamo soprattutto nel pomeriggio, dopo pranzo, per godere dello splendido tramonto in uno dei luoghi must delle Dolomiti. Se avete bambini può essere utile portare con voi un bob o slittino. 

Per chi vuole trascorrere più giorni, qui potete anche dormire (con possibilità di cena per i soli ospiti); consigliate nelle nuove stanze con vista mozzafiato! 


Masc Aloch

Pozza di Fassa

Tel. 392 6226345

Aperto da giovedì a domenica, dalle 9.00 alle 18.00

Da centro di Pozza di Fassa una facile passeggiata da percorrere a piedi o con le ciaspole (solo se ha appena nevicato) vi condurrà in circa 40 min fino a Masc Aloch seguendo la strada forestale con le relative indicazioni. Potete parcheggiare alla base della Pista Aloch e da qui partire a piedi. Qui trovate il percorso segnato sulla mappa. Da non perdere i loro Hamburger con carne nata e allevata in loco e i formaggi della Val di Fassa. Ottima location anche per una merenda con tagliere di salumi e formaggi e un buon vin brulè per gustarvi il tramonto dall’alto sulle Dolomiti di Fassa. Al ritorno tappa consigliata dagli amici de L Malgher in centro a Pozza di Fassa (vicino al Municipio) per fare scorta di cose buone prima di tornare a casa, da non perdere Zeletne e Ciajoncie! 

Per chi vuole fermarsi anche la notte o qualche giorno, nelle vicinanze c’è il bellissimo Agritur EcoGreen Fiores, con persino una stanza sull’albero, oppure l'Olympic SPA Hotel per un break a tutto benessere.  


Agritur ElMas

Moena

Tel. 0462 574221

Aperto tutti i giorni fino alle 18.00. Chiuso il lunedì

E’ un tour ad anello, della durata di circa 2 ore 45, nei dintorni di Moena quello che vi consigliamo di percorrere, intervallato da un gustoso pranzo all’Agritur ElMas dove la cucina del giovane Stefano saprà stupire anche i palati più esigenti con piatti del giorno sempre nuovi e di stagione come l’uovo nostrano con spinaci e spuma di Puzzone di Moena DOP o i tortelli di zucca, crema di stracchino del Maso e polvere d’alloro così come il cosciotto di coniglio glassato, carota e cipollotto caramellato. 

Qui potete trovare tutti i dettagli del tour ad anello che vi proponiamo. Non servono ciaspole, a meno che non abbia appena nevicato, in quanto battuto ed è alla portata di tutti con poco dislivello, praticabile anche con un buon passeggino da trekking. 

All’agritur ElMas potete anche arrivare in macchina su strada asfaltata (ricordiamo che servono comunque per legge le gomme da neve o le catene a bordo!) e se volete fermarvi qualche giorno hanno anche delle bellissime stanze dove ogni mattina bussa alla porta una colazione da urlo! 

Sempre qua nella loro piccola bottega de El Cajelo potete acquistare i vostri souvenir golosi, primo tra tutti i Puzzone di Moena DOP prodotto in piccole quantità solo con latte di mucche di razza grigio alpina, le stesse che potrete vedere e salutare nella piccola stalla collegata all’agritur con possibilità di visita guidata su prenotazione.

Baita Ciamp de le Strie

Loc. Castelìr - Bellamonte

Tel. 339 8685080

Aperto tutti i giorni fino alle 17.00

Sembra di entrare in un luogo fatato, dedicato alle leggende dolomitiche, ma la vera magia è quella che circonda questo pit stop del gusto, con un panorama che spazia dal Lagorai alle Pale di San Martino puntellato di suggestive baite in legno. Si raggiunge in circa 1h e 30 con ciaspole o sci da alpinismo da Castelìr dove potete parcheggiare la vostra auto e salire lungo la strada forestale che costeggia le piste da sci seguendo le indicazioni, qui trovate i dettagli. Altrimenti potete raggiungere la Baita partendo anche dall'abitato di Bellamonte seguendo la strada forestale che trovate quasi alla fine del paese dopo l’Hotel La Torretta sulla sinistra (circa 2 ore). Tra i piatti da non perdere sicuramente i primi, tutti homemade opera di Toni, come strangolapreti e gnocchi di zucca ma anche il mitico Piatto delle Strega con goulasch, canderli e Puzzone di Moena DOP. Per non parlare dei dolci...! Se volete fermarvi a dormire a Predazzo potete godere dei comodi e moderni appartamenti di Fiemme Holidays oppure della calda ospitalità dell'Agritur Col Verde o dell'Agritur Piasina a Lago di Tesero


Maso dello Speck

Daiano

Tel. 0462 342244 

Aperto tutti i giorni fino alle 18.00

Potete raggiungere il Maso a piedi dal paese di Daiano (circa 30 minuti) o arrivare in auto proprio davanti. Dal Maso dello Speck, prima o dopo aver gustato un buon piatto tipico come i canederli, lo stinco con le patate o un gustoso tagliere, vi consigliamo un tour ad anello nella piana delle Ganzaie. Potete trovare qui tutti i dettagli. Potete percorrerlo a piedi (o con le ciaspole, se dovesse nevicare ancora). 

Ottima location anche per ammirare il tramonto sulla vallata con i cieli di Fiemme che spesso si colorano di un arancione - rosso infuocato da lasciare a bocca aperta. 

Al Maso potrete anche fare scorta di cose buone da portare a casa, mentre per dormire trovate nelle vicinanze l’Agritur Maso Corradini a Castello di Fiemme. 


Ristorante Costa Salici

Cavalese

Tel. 0462 340140

Aperto venerdì, sabato e domenica dalle 12 alle 14

Sempre aperto con asporto e delivery

Un pranzo raffinato, con la cucina creativa ma di territorio di Stefano Tait, e la calda ospitalità della piccola sala in cirmolo da cui si ammira la catena del Lagorai. Un menù a base di piatti di stagione come la battuta di cervo cacciato della val di Fiemme alla liquirizia, cipolla di Tropea e pane croccante oppure i canederli alla verza e Puzzone di Moena DOP e cappuccio rosso marinato. 

Al termine del pranzo, in circa 10 minuti di auto, raggiungete il Passo Lavazè per una facile passeggiata con le ciaspole. Qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta per i camminatori, anche in inverno. Noi vi segnaliamo una meta alla portata di tutti con percorrenza di circa 1 ora che arriva fino a Baita Val Lubie. Per gli amanti degli sci stretti c’è anche una bellissima pista da fondo. Obiettivo della vostra ascesa: ammirare lo spettacolo dell’Enrosadira, il tramonto sulle cime del Latemar, magari degustando un dolcetto da asporto che potete portare con voi dal Ristorante Costa Salici. Per i vostri acquisti golosi, sulla via del ritorno, potere fermarvi al Caseificio Val di Fiemme. Per dormire, invece, trovate nelle vicinanze l’Agritur Maso Corradini a Castello di Fiemme. 


Osteria La Cantinetta

Varena

Tel. 0462 342695

Aperto tutti i giorni fino alle 18.00, eccetto lunedì

Asporto e delivery alla sera

Il luogo ideale per un pranzo informale, accogliente e in regola con il motto buono, pulito e giusto in quanto segnalato tra le Osterie d’Italia di Slow Food. Tra i piatti forti il mitico Groestl ma anche antipasti a base di formaggi caprini di Fiemme o una buona pizza con i prodotti del territorio. Prima o dopo, si perché qua il avete il sole anche nel pomeriggio, potete concedervi una bella passeggiata nei dintorni imbiancati di Varena. Non servono ciaspole per questi due percorsi facili di circa 1 ora, in direzione Maso Spianez oppure percorrendo l’anello dei prati di Varena. In entrambi i casi se li percorrerete nel pomeriggio potrete ammirare il tramonto sulla vallata che concedono spesso dei colori e delle immagini da urlo. Per i vostri acquisti golosi, sulla via del ritorno, potere fermarvi al Caseificio Val di Fiemme. Per dormire, invece, trovate nelle vicinanze l’Agritur Maso Corradini a Castello di Fiemme. 

Agritur Broch

Loc. Passo Cereda

Tel. 0439 65028

Aperto sabato e domenica

Il Passo Cereda è una terra di confine, tra Trentino e Veneto, tutta da scoprire. Per la sua incontaminata bellezza, contornato da cime che vanno dalle Pale di San Martino al Piz de Sagron. Diverse le passeggiate che si possono fare, alla portata di tutti. Dalle più facili in località Brunet (circa 30 minuti) oppure un giretto pianeggiate in località Le Beppe (20 minuti). Caratteristica anche la chiesetta di Santa Rita che si trova a poca distanza dal Passo in località Frate. Per chi invece cerca una passeggiata un po’ più impegnativa si può raggiungere Malga Fossetta in circa 1 ora e 20 di cammino su strada innevata. Indispensabili le scarpe da neve con una buona suola, mentre le ciaspole sono necessarie in caso di neve appena caduta.

Insomma la meta ideale anche per i più piccoli, assolutamente fuori dal caos, per abbinare un po’ di sano movimento ad un pranzo in agritur presso l’Agritur Broch che offre una cucina genuina fatta di piatti tipici primierotti, formaggi realizzati con il latte delle loro mucche e anche un piccolo caseificio dove viene lavorato il latte caprino. Un’ospitalità di famiglia capace di accogliervi con il sorriso anche nelle giornate di neve dove i bambini si potranno divertire a costruire un bel pupazzo. Per i più sportivi, proprio di fronte all’agritur, parte la pista da fondo con anelli di diverse difficoltà. Per chi vuole fermasi a dormire l'agritur ha anche camere e appartmenti, oppure potete raggiungere poco distante l'accoglienza rurale di un vecchio maso, El Camin che Fuma.


Malga Civertaghe

Loc. Civertaghe - San Martino di Castrozza

340 8711861

Aperto venerdì, sabato e domenica

Un classico per una gita con le ciaspole, assolutamente da provare o rifare se già lo conoscete. 

Raggiungibile da San Martino con facile tour ad anello che si farà trascorrere una mezza giornata tra boschi e cime innevate, letteralmente ai piedi delle Pale di San Martino. 

Qui trovate tutti i dettagli per la vostra gita. Una volta arrivati a destinazione ad accogliarvi ci sarà il mitico Civermalgaro Giovanni con i suoi cagnoloni. Un consiglio food? Non perdetevi il CiverMac…ben altro che un semplice panino! Per gli acquisti, una volta tornati in paese, potete fare scorta di cose buone presso la Macelleria Minimarket Taufer oppure presso La Stua, mentre l’indirizzo giusto per un buon vino trentino è La mia Enoteca.  Per dormire a San Martino di Castrozza consigliato lo Chalet Prà delle Nasse


Malga Rolle

Loc. Passo Rolle

Tel. 0439 768659

Aperto tutti i giorni fino alle 16.00

Si arriva comodamente in auto da San Martino di Castrozza oppure da Predazzo salendo tra le 6 e le 8 e rientrando tra le 17 e le 19 oppure con una deviazione temporanea dal Passo San Pellegrino e Valles in qualsiasi orario. 

Malga Rolle è da sempre la base di partenza e arrivo per delle facili ma imperdibili escursioni presenti sul passo. Tra queste noi consigliamo quella con le ciaspole ai laghetti del Colbricon su appositivo sentiero segnalato (circa 2h tra andata e ritorno dallo stesso percorso) o quella a Baita Segantini lungo la strada forestale che costeggia la seggiovia Castellazzo (circa 2h e30 tra andata e ritorno), in questo secondo caso percorribile sia a piedi che con le ciaspole che con gli sci da alpinismo (per sfruttare la discesa al ritorno!), mentre per i più piccoli potrebbe essere divertente portare un bob o slittino per il ritorno. 

Due gite brevi da concludere con un pranzo o una merenda rinforzata in malga con piatti preparati al momento che vedono protagonisti i formaggi di Primiero, tra tutti la Tosèla, che potrete anche acquistare nel piccolo punto vendita annesso. Ideale anche per gli amanti dello sci nordico con la pista da fondo proprio a fianco alla malga.

Chi desidera fermarsi a dormire può scendere a San Martino di Castrozza presso Chalet Prà delle Nasse oppure dirigersi a Passo Valles nell’omonimo Rifugio Capanna Passo Valles


Malga Venegia

Loc. Val Venegia

Tel. 348 0627886

Aperto tutti i weekend fino alle 18.00

Uno degli scenari più belli delle Dolomiti, per il panorama con le Pale di San Martino disposte ad anfiteatro naturale, ma anche per la quiete di una valle raggiungibile solo a piedi, con una facile passeggiata sulla bianca strada battuta.

Diversi i modi per raggiungere Malga Venegia per un ottimo pranzo in stile primierotto o una gustosa merenda con cui scaldare pancia e cuore. Da Pian dei Casoni, dove potete facilmente parcheggiare, si cammina (anche senza ciaspole ma con un bel paio di scarpe da montagna) solamente 30 minuti, ideale per i bambini, magari con bob o slittino annesso da sfruttare in discesa. Per chi invece cerca un'escursione più impegnativa si può partire da Passo Rolle, seguendo il Tour delle Malghe nella sua versione lunga o breve. Qui trovate i dettagli. In questo caso servono però ciaspole o sci da alpinismo. Il nostro consiglio è non andarvene troppo presto ma vedere questo luogo al tramonto assaporando la magia di una delle Enrosadire più belle delle Dolomiti, insieme ad un buon tagliere di formaggi e salumi o ad un dolce fatto in casa, comodamente dalle vetrate della malga. N.B. il Parcheggio di Pian dei Casoni è raggiungibile dalla SS delle Dolomiti provenendo da San Martino di Castrozza senza limitazioni, mentre provenendo da Predazzo, causa lavori in corso in località Forte Buso, la strada è aperta dalle 6 alle 8 e dalle 17 alle 19. In alternativa potete fare la deviazione per Passo San Pellegrino e Passo Valles , allungando il tragitto da Predazzo di soli 25 minuti....ma ne vale davvero la pena! Se volete fermarvi a dormire, il luogo più vicino è il Rifugio Passo Valles con le sue nuove stanze da cui ammirare l'alba sulle più famose cime dolomitiche e godere di una strepitosa colazione in quota. Poco distante anche Paneveggio, con il recinto dei cervi e il mitico sentiero Marciò, uno dei percorsi must del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino da percorrere con le ciaspole.  


Maso Santa Romina

Loc. Zortea – Vanoi

Tel. 0439 719459 / 348 3861649

Aperto venerdì, sabato e domenica solo su prenotazione

Se siete alla ricerca di un percorso insolito, fuori dalle rotte più gettonate, e di un luogo dove pranzare come veri gourmand, allora l’Anello del Sacro nella Valle del Vanoi è quello che fa per voi. Un itinerario di circa 2 ore su strada e sentiero che fa tappa proprio a Maso Santa Romina, passando poi per caratteristici capitelli, antichi dipinti e una splendida cappella. Qui trovate tutti i dettagli

La cucina di Mirella e la professionalità di Luigi, esperto sommelier, sapranno soddisfare il vostro palato con ricette di territorio ma dal sapore sempre nuovo in base a quello che di più buono offre la stagione. Imperdibile la casarìa, un mix di ricotta con panna fresca da spalmare sul pane, così come i piatti di selvaggina, dalla pasta fatta in casa ai secondi con la polenta. Se volete godere di questo relax più a lungo, il Maso offre anche un appartamento nelle immediate vicinanze, totalmente ristrutturato, adatto ad ospitare 4 persone. 


Miralago Calaita

Loc. Calaita – Vanoi

Tel. 0439 719395

Aperto sabato a domenica fino alle 18.00

Uno degli scorci più conosciuti con il Cimon della Pala che svetta in fondo alla distesa di neve.

Un luogo ideale per una facile passeggiata intorno al lago o un’escursione con le ciaspole o le pelli di foca verso malga Grugola. Ma anche meta ideale per gli appassionati degli sci stretti con una pista battuta in uno dei luoghi più incontaminati delle Dolomiti. Qui trovate alcuni spunti con i dettagli.

Da non perdere in cucina i piatti tipici come i canederli e i dolci fatti in casa, ideali per una merenda dopo aver ammirato e fotografato uno dei più bei tramonti delle Dolomiti. Qui poete anche noleggiare le ciaspole, con il consiglio di prenotarle. Per chi vuole fermarsi la notte consigliamo il B&B Canonega Vecia nel caratteristico centro di Pieve. 


Osteria Cant del Gal

Loc. Val Canali

Tel. 0439 62997

Aperto tutti i giorni fino alle 18.00

Una gita in Val Canali con tutta questa neve va assolutamente messa in agenda. Potete scegliere il semplice percorso pianeggiate delle Muse Fedaie (circa 40 minuti), che circonda Villa Welsperg e poi raggiungere Cant del Gal in auto (circa 5 minuti). In alternativa potete parcheggiare a fianco all’Osteria e prendere un tratto del sentiero Tonadico - Cimerlo fino a raggiungere Malga Canali, per poi rientrare per pranzo a Cant del Gal tramite l’apposita strada (circa 1 ora e mezza A/R).

Ad attendervi, con servizio pranzo dalle 12.00 alle 14.30, una cucina fortemente legata al territorio, ma sempre attenta a sperimentare nuovi abbinamenti e sapori. Ottimi i primi piatti, in cui spiccano gli accostamenti con la selvaggina, ma anche gli antipasti in cui non mancano eccellenze trentine e Presidi Slow Food da abbinare una un buon vino trentino.

Dal lunedì al venerdì, potete anche visitare Villa Welsperg la sede principale del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, aperta con orario 9-12.30 / 14.00 – 17.30. A Cant del Gal potete anche dormire, per un break a pieno contatto con la natura, circondati dal silenzio e dagli animali del bosco. 


Rifugio Colverde

Loc. Colverde – San Martino di Castrozza

Tel. 0439 68168

Aperto sabato e domenica fino alle 18.00

Quando si dice al cospetto delle Pale di San Martino, non si pensa che esiste un luogo dove le puoi toccare con un dito. Le rocce imbiancate che sovrastano il rifugio alle spalle e un panorama a 360° che spazia su tutta la vallata davanti ai vostri occhi. Il tutto da godere dalla splendida terrazza soleggiata del Rifugio Colverde dove ammirare anche uno spettacolare tramonto.

Per raggiungerlo potete armarvi di ciaspole o sci da alpinismo, partendo da San Martino di Castrozza alla base della cabinovia Colverde e risalendo lungo il sentiero che costeggia la pista (circa 1 ora in salita). Arrivati in cima Maurizio vi aspetta con un aperitivo, merenda a base di torte e dolci della tradizione trentina o un super panino con salsiccia o formaggio di Primiero da gustare con le bollicine Trentodoc o una buona birra artigianale. 



Ristorante Da Anita - Chalet Prà delle Nasse

San Martino di Castrozza

Tel. 0439 768893

Aperto venerdì, sabato,domenica e lunedì fino alle 18.00

Il luogo ideale per rigenerarsi dopo una bella passeggiata nei boschi che circondano il paese. Per chi non vuol fare troppa fatica, un facile giro ad anello lungo il sentiero pedonale O piccolo che costeggia la pista da fondo. Mentre chi cerca una passeggiata di mezza giornata con può addentrarsi lungo i sentieri battuti degli Orti Forestali, con le ciaspole ma volendo anche con gli sci da alpinismo (dovete saper scendere in fuori pista su strada forestale). Qui trovate tutti i dettagli. Il consiglio è di salire lungo la strada che porta a Malga Ces e dopo circa 200 mt imboccare il sentiero segnalato sulla destra. Arrivati in cima al bosco potrete scendere in direzione Malga Fosse di sotto oppure prendere il nuovo sentiero ciclabile Miotti per ritrovarvi in paese in località Prà delle Nasse, giusti giusti per un bel pranzetto. Michele vi delizierà con la sua cucina d’autore con ricette locali e rivisitate, ma anche con Hamburger Gourmet da gustare nella splendida terrazza. Consigliata anche la versione pomeridiana ovvero con partenza nel primo pomeriggio per poter ammirare il tramonto dall’alto e scende in tempo per una gustosa merenda con i dolci fatti in casa e una buona cioccolata calda, oppure un tagliere e un buon bicchiere di vino trentino. Per gli amanti degli sci stretti, infine, il ristorante Da Anita si trova proprio di fronte all’anello del fondo di San Martino di Castrozza. Qui potete anche dormire nelle eleganti stanze in legno dello Chalet. Per gli acquisti, potete fare scorta di cose buone presso la Macelleria Minimarket Taufer oppure presso La Stua, mentre l’indirizzo giusto per un buon vino trentino è La mia Enoteca.


Rifugio Passo Valles

Loc. Passo Valles

Tel. 0437 599136

Aperto tutti i giorni fino alle 18.00

Qui avete davvero l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le passeggiate ma noi vi consigliamo assolutamente l’abbinata con la celebre e meravigliosa Val Venegia.

Vi basterà una piccola deviazione lungo la strada che dal Paneveggio conduce al Passo Valles per trovarvi in un luogo davvero incantato. L’auto si lascia al parcheggio di Pian del Casoni e da qui si prosegue a piedi su strada di neve battuta (se non nevica non servono le ciaspole) per circa 1 km fino a raggiungere Malga Venegia e proseguendo ancora 30 minuti Malga Venegiota. Il ritorno potete farlo dallo stesso percorso. Volendo, per i più audaci si può arrivare (circa 2 ore) a Baita Segantini altra icona dolomitica.

Bellissima di giorno, ma a nostro avviso il massimo è andarci al tramonto dopo un bel pranzetto al Rifugio Passo Valles e magari portando con voi un dolcetto in versione take away. La cucina della famiglia Cemin offre gustosi primi piatti fatti in casa, ma anche dei veri must come il piatto del Barba o squisiti dolci. Qui potete anche fermavi a dormire nelle nuove stanze del Rifugio. Last but not least, hanno a disposizione anche ciaspole e bastoncini a noleggio (€8 per intera giornata)…cosa chiedere di più?!

NB. Per raggiungere il Rifugio in auto dalla Val di Fiemme, la strada è aperta dalle 6 alle 8 e dalle 17 alle 19. Negli altri orari potete arrivarci da Moena a poi Passo Sa Pellegrino. Aperta regolarmente invece la strada San Martino di Castrozza per Passo Rolle. 

Consigli e Info Utili

Ovviamente per gustarvi al meglio la vostra giornata sulla neve serve l’abbigliamento adatto, caldo e a più strati, in gergo “a cipolla”. Scarponcini alti da montagna con una buona suola, possono essere utili in alcuni casi anche dei ramponcini da tenere nello zaino insieme ad una borraccia termica con una bevanda calda e uno snack. Indispensabili guanti e berretto, consigliato uno scaldacollo o bandana. Portate sempre con voi anche la mascherina da indossare all’occorrenza. 

Per quanto riguarda l’attrezzatura come ciaspole, sci e scarponi da alpinismo o bastoncini potete rivolgervi ai negozi o noleggi in loco. Il consiglio, specie nei weekend, è di prenotare in anticipo concordando l’orario di ritiro. 

Consigliata la prenotazione anche presso il ristorante, agritur, rifugio prescelto per il vostro pranzo, così da essere certi di trovare un tavolo al calduccio.

Bene ricordare di controllare sempre le previsioni meteo e le condizioni della neve, evitare i giorni di allerta con pericolo valanghe elevato. 

Ricordiamo infine di controllare le disposizioni in vigore relative agli spostamenti come da ultimo DPCM del 14/1/21 presso il sito ufficiale del Governo

Scopri le Esperienze
Navigando il sito tastetrentino.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.